Sala Habitat del Braidese

Al secondo piano, la seconda sala a destra evidenzia lo stretto legame tra Museo e Territorio: essa è dedicata agli Ambienti Naturali del Braidese, ricostruiti con diorami.
Alla realizzazione ha contribuito la lunga esperienza maturata nella divulgazione scientifica e nell’educazione ambientale, che, nelle uscite sperimentali sul campo, ha avviato migliaia di ragazzi delle Scuole locali, all’attenta osservazione e allo studio dei principali aspetti geologici, botanici, faunistici e idrobiologici del nostro territorio.
Il grande diorama rappresenta la ricostruzione primaverile del Territorio di Bra, dall’Altopiano di Cherasco alle Rocche di Pocapaglia, con l’ambientazione di animali e vegetali più significativi (oltre 80 specie). A sinistra, dove i Rii di Cherasco confluiscono nel fiume Stura di Demonte, troviamo gli Ambienti umidi, al centro, sotto il Monviso che in lontananza domina le Alpi occidentali, l’ Ambiente prativo, a destra, oltre Bra, l’ Ambiente collinare dell’America dei Boschi che costituisce il primo incontro con le colline del Roero, scoscese a sud-est e a dolce pendio a nord-ovest.
I diorami a fronte presentano tre istantanee ravvicinate dei tre habitat del polidiorama: a sinistra il Sottobosco del Roero in autunno, al centro un Campo di mais inverno, a destra i Margini di uno stagno in primavera. Vegetazione e fauna stimolano il visitatore alla scoperta degli esemplari e alla loro identificazione.